giovedì 4 agosto 2011

Diario del giorno 3 Agosto 2011


 SCRITTO DA IVETA SEMETKOVA


Questa mattina sono arrivata molto presto, e in Piazza ho trovato coloro che ci passano la notte, quindi trovo Fabio, Giuliano, Bruno, Raffaele, Paolo da Reggio Emilia e Martina, per alcuni di loro era l’ultima notte, oltre a loro c’erano anche Rosi, Tiziana, Umberto, Florian, Attilio, Emanuele, Riccardo Bianchi, Daniela Finizio, e successivamente sono arrivati Noemi, Paolo e Fabiola.
Sulle staccionate che dividono la piazza, c’erano delle bandiere, e voi sapete che a noi le bandiere non piacciono per niente, era una manifestazione dei sindacati della polizia, ma erano pochi ed erano stanchi; di fatto, non hanno manifestato per niente.
 Invisibili anche loro, come noi.
Abbiamo avuto la possibilità di parlarci molto, nonostante abbiano lasciato la Piazza poche ore dopo, alcuni di loro promettendo di tornare a trovarci, senza bandiere.
Gaetano, come al solito riceve molti messaggi sul cellulare, quelli che oggi lo hanno fatto sorridere di più, sono di diversi tassisti di Roma, che ci manifestano la loro solidarietà.
Sentiamo tutti i giorni, telefonicamente, Radio Zoo 105, che ci conferma al 100% la sua presenza in piazza domenica.
Sono venuti a trovarci anche un paio di persone di Rete Viola, vengono spesso, ma trovano faticoso capire che devono essere anonimi, non Viola.
Verso mezzogiorno, Gaetano viene intervistato, dal primo canale Tedesco, che si chiama “TV BR 1”.
Ci raggiungono poi in Piazza, due ragazzi Toscani, che ci seguono da tempo su Facebook, Alessando e Nicola di Sesto Fiorentino, loro rimangono con noi diverse ore, promettendoci che sabato verranno con altri tre amici a dormire in Piazza, per essere presenti alla manifestazione di Domenica.
Oggi è una giornata importante, lo sapete? Gli intoccabili discutono…discutono? Boh! Ma di macchine blu ne abbiamo viste passare poche davanti a noi, sappiamo che sono tutte parcheggiate dall’altra parte del palazzo.
Nichi Vendola e Rutelli hanno fatto il giro largo, stile pantera rosa, pur di non farsi vedere.
Ma improvvisamente appaiono due macchine blu all’orizzonte, che, trovando il passaggio chiuso,devono per forza fermarsi, da queste esce Bersani, che raggiunge a piedi il palazzo, passandoci davanti, ma tenendo lo sguardo fisso, in modo da evitare di spostare la sua attenzione su di noi.. Poi escono le guardie del corpo, a cui domandiamo “Perché Bersani ha due macchine? Nella seconda ha le pantofole?” la loro risposta è la seguente “La seconda è della scorta”…i commenti li lascio a voi. Con le guardie del corpo, abbiamo parlato a lungo.
Arriva Vincenzo, Sergio Recchia, Luciano di Roma, Stefania l’infermiera del Santo Spirito, Rocco di Galatina, Anna, Massimo il factotum, che si improvvisa anche intervistatore di Gaetano.
Arriva la Televisione Iraniana “I.R.I.B.” e fanno anche loro un’intervista a Gaetano, cercherò di reperire la loro intervista, ma per ora accontentatevi del mio video.
Subito dopo la tv Iraniana, arriva l’ “ITN” una televisione Inglese, anche loro intervistano Gaetano, e anche la loro verrà recuperata on line, per adesso c’è un assaggio del mio video.
Verso le 17.00 arrivano diversi componenti del “Teatro Valle”, sono magnifici.
Intanto Fabio si sta preparando per partire, ma ritornerà tra pochi giorni.
Oggi sono molto stanca e stressata, ho dormito pochissimo e fa davvero caldo.
E’ venuta anche un’altra signora Italiana dal Marocco, ci ha visti in Tv, incredibile.
Arrivano in Piazza, Sandra, Marisa, Massimo, Carolina e Simone, il nostro rapper.
La piazza è gremita durante tutta la giornata, i cittadini aspettano di sapere il responso dei nostri fantocci, che discutono sulla crisi, che da uno in particolare viene reputata inesistente.
Ora più che mai dobbiamo essere uniti, ricordarci che siamo fratelli che lottano insieme per un obiettivo comune, un obiettivo nobile che non dobbiamo mai dimenticare, perché il Mostro contro cui ci siamo schierati, sta usando tutti i suoi mezzi per affossarci, non facendosi scrupolo nemmeno di farci diventare nemici tra di noi.

L’aneddoto di oggi:
“ Ieri (martedì 2 Agosto) passano in piazza due giovanissime, con il loro nonno. Sandra si ferma a parlare con loro, raccontandogli la storia del presidio, una delle due piccole adolescenti chiede di poter fare una foto a Gaetano, per mostrarla a sua mamma.
Incuriosita, Sandra, le chiede chi è la mamma, e la ragazza risponde che è una giornalista.
Il nonno da a Sandra il numero della donna, Silvia, e nel pomeriggio la chiamiamo.
Ci comunica che non sa se può aiutarci, perché lei scrive per un giornale di Padova, e non può comunicare notizie inerenti al territorio Nazionale…e allora ci viene in mente che Gaetano è Veneziano!
“in questo caso, di lui posso parlare in un articolo” risponde Silvia.
E in serata già richiama, per fare un’intervista telefonica a Gaetano.”

p.s. Oggi forse ho perso uno dei fratelli della battaglia, del quale mi fidavo più di ogni altro…spero non sia per sempre.

2 commenti:

  1. non pensi che se hai perso un fratello è perché come quando hai parlato dei viola ( io sono uno di quelli )o quando discutevate di altro potreste aver toppato ? o una bomboletta di un colore inficia l'anonimato ? o parlare ad un megafono pure ? non puoi pensar minimamente che queste lotte si vincono , si , senza simboli, ma tutti insieme? oppure l'aiuto chiesto da voi su tutto il web è solo per metterVi in mostra Voi? a questo punto è giusto che diate spiegazioni e non solo ovvietà ( vostre tra l'altro )sempre con rispetto Stefano.

    RispondiElimina
  2. http://roma.repubblica.it/cronaca/2011/08/04/news/gaetano_ferrieri-20035061/

    RispondiElimina